fbpx

Diventare un video stocker a tempo pieno è possibile?

Chi crea video per passione e per divertimento, man mano che diventa esperto, potrebbe iniziare a pensare di guadagnarci qualche soldo, soprattutto se ci dedica molto tempo e se investe parecchi soldi nel proprio hobby.

Del resto, il mercato dello stock footage è in piena espansione e potrebbe essere il momento giusto per provare a buttarsi nell’avventura.

Molto probabilmente presto il numero di video stocker crescerà ed emergere diventerà sempre più difficile, così come già è avvenuto per il mercato delle fotografie.

Quindi, se si ha intenzione di provare a trasformare il proprio hobby in un lavoro non bisogna più perdere tempo.

Da hobbysti a imprenditori: si può diventare video stocker professionisti?

Il percorso che permette a chi produce clip per passione di diventare un professionista dello stock footage non è certo rapido né immediato: ma ciò non significa che non sia possibile provare a percorrerlo.

È importante, però, assumere quella mentalità imprenditoriale che caratterizza tutte le attività professionali di successo.

  • Costanza e pazienza sono le prime caratteristiche che deve avere un videomaker. Poiché non i risultati non si vedranno immediatamente, sarà necessario non demoralizzarsi e continuare a produrre e a pubblicare le proprie clip. Per fare tutto ciò in modo serio, ci vuole parecchio tempo. Ma si tratta di un investimento di tempo indispensabile e che, probabilmente, verrà ripagato. Se, invece, si vogliono affrettare i tempi, sarà molto difficile che si ottengano risultati accettabili.
  • Passione e creatività non possono certo mancare: proprio perché è un lavoro lungo e faticoso, se non è supportato da una grande passione c’è il rischio di stufarsi molto in fretta e di interrompere il lavoro prima che si riescano a vedere i primi risultati. La creatività, poi, è indispensabile per creare video che sappiano stupire e differenziarsi da quelli dei competitor offrendo un valore aggiunto.
  • La capacità di analisi è un altro elemento molto importante: al di là delle capacità tecniche e della qualità del video prodotto, sarà necessario saper cogliere i trend di mercato e orientare la propria produzione verso ciò che il pubblico più cerca.
  • Le capacità tecniche sono, ovviamente, fondamentali, tanto più se non si vogliono investire tanti soldi nelle attrezzature.
  • Anche le attrezzature sono importanti e può essere necessario investire un po’ di soldi per tenersi al passo con i competitor. Tuttavia, gli investimenti, in questo senso, vanno fatti gradualmente e tenendo sempre in considerazione il budget totale.

Quanto tempo ci vuole per diventare un professionista?

Diventare professionista nel mondo dello stock footage è un percorso che richiede parecchio tempo e impegno. Di conseguenza, per vedere i primi risultati bisognerà attendere un po’ di tempo, senza demoralizzarsi se le vendite non dovessero essere immediate.

Il tempo necessario a diventare un professionista in genere è inversamente proporzionale al tempo che si dedica a questa attività: se si producono e si caricano molte clip, se ci si impegna nella ricerca e nell’analisi in modo da capire il funzionamento del mercato, è più probabile che si raggiungano buoni risultati in tempi più brevi.

Quante clip caricare per riuscire a vendere

Molti videomaker si chiedono quante clip devono produrre e caricare ogni mese sugli stock per poter avere dei guadagni sufficienti a trasformarsi in professionisti.

Anche in questo caso non c’è una sola risposta: molto dipende dalle aspettative che si hanno e da ciò che si vuole realizzare a livello economico.

Inoltre, dipende anche da quanto tempo si ha a disposizione. Se si ha anche un altro lavoro, si dovrà accontentarsi di un numero minore di clip: in ogni caso, meglio prediligere la qualità rispetto alla quantità. Caricare clip su clip solo per fare numero non è una buona idea. Ogni clip deve avere un concetto e deve essere utile a qualcuno: per questo è importante mettersi dal punto di vista del potenziale cliente o pubblico e interpretarne le esigenze.

Se una clip ha successo e vende, non ha senso produrre altre clip con lo stesso soggetto, in quanto si dividerebbero semplicemente il numero di vendite. Piuttosto è utile analizzare quali sono le caratteristiche che l’hanno resa così appetibile e riproporle su altre clip.  

Come diventare un video stocker professionista

Se hai deciso di fare il salto di qualità e passare dall’hobby al lavoro professionale, è ora di iniziare a fare sul serio, con costanza e determinazione.

Vuoi sapere come impostare il tuo piano di lavoro per diventare un vero professionista delle clip?

Vuoi capire quante clip devi produrre e con quali tempistiche prima di riuscire a mantenerti con i video?

Vuoi sapere con quale frequenza devi pubblicare per far migliorare l’indicizzazione delle tue clip?

Ti sei mai chiesto che cosa succede se smetti di caricare nuove clip? I video già caricati continueranno a vendere? 

Se ti sei fatto tutte queste domande e non hai trovato le risposte che cercavi, il nostro video corso può essere la soluzione a tutti i tuoi dubbi.

Project by HQality s.r.l
All Rights Reserved - P.IVA 10022970965