fbpx

Come lavorare con le agenzie di stock footage

Se si vogliono produrre dei video da vendere sugli stock è piuttosto importante avere un quadro preciso di come funziona il mondo delle agenzie di stock footage.

Per scegliere con consapevolezza qual è l’agenzia più adatta alle proprie esigenze, non solo è utile sapere quali siano le migliori sul mercato e conoscere i loro punti di forza, ma anche come funzionano le licenze e le tipologie di abbonamento, oltre che le commissioni.

Il rischio, altrimenti, è di imbattersi nell’agenzia sbagliata o rimanere delusi dalle condizioni di vendita e perdere molto tempo che potrebbe essere dedicato più proficuamente alla produzione delle clip.

Quali sono le migliori agenzie di stock footage

Oggi, in un mercato in espansione come quello dei video e delle immagini, le agenzie di stock footage sono sempre più numerose.

Tuttavia, anche scegliere la piattaforma, o le piattaforme, su cui caricare i propri video non è una scelta di secondaria importanza, anzi fa parte della strategia di marketing che si vuole adottare.

Shutterstock

Se è una delle piattaforme più famosa e conosciuta al mondo, è anche perché è una delle migliori: chi vuole ottenere guadagni con i propri video non può certo non prenderla in considerazione.

I punti di forza, infatti, sono molti: superato il test di ammissione, si può utilizzare una piattaforma molto comoda sia nel caricare sia nel produrre il materiale. Poiché si tratta di una piattaforma molto utilizzata e molto conosciuta, dà ampia possibilità di generare vendite, tanto più che non sono rari i clienti di Shutterstock che desiderano una clip in esclusiva.

Adobe stock

Fa parte del gruppo Adobe ed è una delle agenzie di stock footage più recenti. Nonostante sia arrivata dopo molte altre agenzie, ha avuto una notevole diffusione e offre condizioni vantaggiose. Dall’esperienza Adobe, una piattaforma ben costruita e di grande facilità di utilizzo.

iStock

Anche in questo caso di parla di una agenzia molto conosciuta, una delle storiche del settore. Senza dubbio utilizzare iStock significa garanzia di serietà e di visibilità, grazie al fatto che è una delle agenzie più conosciute e utilizzate dagli utenti.

I limiti di iStock riguardano due aspetti: la piattaforma non è di facile utilizzo in quando la sua interfaccia è piuttosto diversa da quelle tradizionali e tende a spezzare il flusso di lavoro. Inoltre, le commissioni non sono particolarmente vantaggiose per i contributor. 

Pond5

Nota tra gli addetti ai lavori per essere una agenzia esclusivamente dedicata ai video, recentemente ha incrementato la sua area d’interesse occupandosi anche di contenuti fotografici e musicali. Se inizialmente era una delle concorrenti più importanti di Shutterstock, oggi ha perso un po’ di interesse e paga il fatto di non essersi evoluta nel tempo.

Tra i vantaggi di questa agenzia, il fatto di poter stabilire il prezzo dei propri video in autonomia: si tratta di una possibilità importante che permette di non svalutare il proprio prodotto. Un’ altra particolarità consiste nel fatto che, attualmente, non ha un abbonamento, ma viene gestita attraverso la vendita delle singole clips. 

Altre agenzie minori

Oltre alle maggiori agenzie, ne esistono altre meno conosciute, come Artlist e Storyblocks. Entrambe queste piattaforme danno la possibilità di scaricare video, musica e fotografie. Hanno dei piani premium mensili/annuali che permettono un certo numero di download al mese. Hanno anche dei piani con accesso illimitato: ciò significa che l’utente può scaricare tutto ciò che vuole a fronte di un pagamento fisso mensile.

Queste agenzie non sono molto convenienti da un punto di vista economico per i contributor: nel nostro videocorso ti spieghiamo approfonditamente il perché. 

Come funzionano le licenze e i pricing sugli stock footage

Un altro aspetto che è necessario avere ben chiaro prima di buttarsi nel mondo dello stock footage è quello che riguarda le licenze commerciali e i pricing, altrimenti il rischio è di perderci anche economicamente.

Che cosa sono le licenze editoriali e commerciali

Uno dei rischi che si può correre quando si decide di caricare il proprio video in una piattaforma di stock footage è che venga rifiutato non a causa di scarsa qualità o di altri errori tecnici, quanto perché non rispetta le leggi sul copyright.

Non tutte le agenzie utilizzano le stesse linee guida e questo complica ancora di più le cose. Va detto, però, che esistono fondamentalmente due tipi di licenze, in base alle quali i video possono essere catalogati e destinati a due tipologie d’uso diverso.

La licenza commerciale è rivolta a quelle clips che avranno la funzione di promuovere un progetto o un prodotto commerciale, mentre quella editoriale ha regole meno restrittive e serve per quei video che si utilizzano con scopo redazionale, ma senza pubblicizzare prodotti o servizi.

Per quanto sembrino concetti molto semplici, in realtà districarsi in una legislazione complessa, che non è uniforme in tutti i paesi, non è sempre facile e succede di frequente di vedersi rifiutati i propri video solo perché, per esempio, compare di sfuggita un marchio. 

Non tutti sanno che persino monumenti ed eventi pubblici possono creare difficoltà. Ma non solo: anche la privacy delle persone va tutelata, di conseguenza bisogna conoscere le liberatorie da far firmare e non dimenticare di portarsele dietro quando si ha in mente di girare delle clip.

Sfruttare al meglio le agenzie di stock footage

Per usare in modo proficuo una, o più, agenzie di stock footage non è sufficiente caricare le proprie clip e aspettare di venderle.

La strategia da utilizzare per massimizzare le vendite non riguarda solo aspetti di marketing, ma va anche ponderato bene a quale agenzia affidarsi.

Vuoi conoscere in modo approfondito le diverse agenzie di stock footage, imparando a capire i loro limiti e i loro vantaggi?

Vuoi sapere come funzionano le licenze e le liberatorie per non infrangere regole di copyright?

Vuoi sapere quali sono gli errori più frequenti nell’utilizzo delle piattaforme di stock footage e capire come evitarli?

Ti sei mai chiesto se smettendo di pubblicare nuovi contenuti sulle piattaforme di stock footage continueresti a vendere?

Nel nostro videocorso troverai una risposta a tutte le tue perplessità e a tutti i tuoi dubbi sull’argomento e sarai pronto ad affrontare con competenza le tue prime esperienze di vendita.

Project by HQality s.r.l
All Rights Reserved - P.IVA 10022970965