fbpx

Come fare l’upload delle clip sulle piattaforme di vendita

Un aspetto molto importante per imparare a fare stock footage riguarda anche il caricamento delle clip sulle piattaforme.

Sebbene possa sembrare un particolare di secondaria importanza o una operazione banale, in realtà si tratta di uno step piuttosto delicato, nei confronti del quale è importante fare qualche ragionamento.

Archiviazione e caricamento: le differenze tra clip e foto

Sia nel caricamento sia nell’archiviazione delle clip si presenta una difficoltà che con le immagini non c’è. Le clip, infatti, sono notevolmente più pesanti delle foto e richiedono molto più spazio per l’archiviazione.

Allo stesso modo, quando devono essere caricate sulle piattaforme, possono richiedere molto tempo per il trasferimento e una connessione internet sufficientemente stabile e potente.

Archiviare in modo corretto i file con i propri video è indispensabile perché non vada perso tutto il lavoro che si è predisposto. Va tenuto in considerazione che ci vuole uno spazio “sicuro” nel quale conservare i propri backup. In genere, inoltre, è consigliabile tenere le diverse versioni: la clip originale e quella post-prodotta che, molto probabilmente, sarà più pesante. Nel nostro video corso vi riveleremo un piccolo segreto sul motivo per cui chi ha attrezzature all’avanguardia non dovrebbe assolutamente cestinare i filmati nativi.

Quanto spazio è necessario per conservare le proprie clip

Per archiviare le proprie clip è, dunque, necessario dedicare una buona parte dell’hard-disk alla conservazione dei file.

Un buon lavoro di archiviazione richiede parecchio spazio anche perché, oltre alle dimensioni del file, va organizzato il materiale in argomenti, categorie, etc., a seconda di quello che viene prodotto, in modo che poi sia più facile da trovare in fase di ricerca.

Ovviamente, lo spazio necessario dipende anche dalla quantità di clip che si producono. Ma se si ha l’ambizione di pubblicare e vendere i propri lavori sulle piattaforme di vendita è altamente probabile che si producano moltissime clip. Ciò significa che lo spazio disponibile dovrebbe essere almeno di un terabyte.

Come caricare i propri video sulle piattaforme di stock footage

Caricare le clip sulle piattaforme di vendita non è la stessa operazione che si fa per caricare le foto soprattutto perché le dimensioni dei file sono molto più grandi, di conseguenza è necessario avere una connessione internet stabile e veloce.

A seconda delle piattaforme su cui si caricano le clip, potrebbero essere necessari strumenti diversi. La maggior parte delle piattaforme utilizza il protocollo FTP (File transfer protocol) che è un metodo per il trasferimento dati basato su un sistema client-server.

Se non lo si usa già per altro, sarà necessario scaricarne uno sul proprio pc, per esempio Filezilla.

Altre piattaforme, come iStock, usano altri sistemi come Deepmeta, oppure cloud come Dropbox.

Impostare i caricamenti

A seconda del tipo di sistema che si usa per fare l’upload delle clip, ci saranno specifiche e operazioni diverse da svolgere.

In linea di massima, è sempre opportuno non caricare troppi file contemporaneamente e, soprattutto, se si usa l’FTP, che permette di caricare su diverse piattaforme, non farlo nello stesso momento.

Il rischio, infatti, è che non vengano caricate tutte le clip e che magari non ci si accorga del problema: alcune clip potrebbero non venire caricate proprio sulle piattaforme che potrebbero rendere di più dal punto di vista delle vendite e potrebbe generarsi così una perdita economica.

Per evitare questo problema, con l’FTP si possono impostare delle priorità di caricamento. Nel nostro video corso spieghiamo come impostare questi parametri e come, invece, funziona Deepmeta, per chi volesse caricare le proprie clip su iStock.

Connessione internet: caricare velocemente le clip

A differenza di ciò che avviene con le foto, il caricamento delle clip è più lento: se una fotografia di buona qualità può avere un peso di 20MB, le clip hanno dimensioni molto più grandi, di circa 500MB/1GB.

Se si hanno molte clip da caricare su diverse piattaforme, avere una connessione veloce diventa un elemento determinante per il risultato. Anche perché è abbastanza importante riuscire a mantenere le piattaforme aggiornate e allineate: se la connessione è lenta, possono volerci anche diversi giorni per caricare tutte le clip sulle diverse piattaforme. Se si considera poi che alcune potrebbero non essere accettate e che, quindi, potrebbe essere necessario caricarle più volte, i tempi si allungano notevolmente, con una conseguente perdita economica.

Imparare a caricare le clip sulle piattaforme

Avere ben chiaro come si fa l’upload delle clip sulle piattaforme, in modo da organizzare adeguatamente il proprio lavoro, è strategico per massimizzare le vendite ed evitare sprechi di tempo.

Nel nostro video corso troverai una panoramica di quali strumenti utilizzare per fare l’upload dei tuoi video sulle varie piattaforme e delle loro caratteristiche.

Inoltre, ti spiegheremo come impostare i caricamenti e come archiviare i tuoi file, per evitare che qualcosa vada perso e parte del tuo lavoro vada sprecato.

Project by HQality s.r.l
All Rights Reserved - P.IVA 10022970965